Guerra e pace. Per un cessate il fuoco globale

Quante volte non abbiamo sperato, desiderato e sognato un mondo di pace e ci siamo trovati a dirci che è impossibile? Il mondo è travolto da grandi e piccoli conflitti.

Il 23 marzo il Segretario generale dell’ONU ha fatto un appello per una pace globale, perché ora bisogna fronteggiare un nemico comune.

Un piccolo virus, disseminato per il mondo, ora sta diventando il nemico di tutti. Abbiamo sentito dire diverse volte che è come se fossimo in guerra. In parte è così, in parte ci sarebbero molte riflessioni da fare. La guerra è tra persone, stati, per interessi economici e di potere. Un virus è una sciagura. Si possono fermare le guerre con accordi di pace. Il virus invece è inarrestabile finché non si trova un rimedio scientifico. È difficile arrestare un piccolo virus che si insinua dappertutto in modo intelligente. E le guerre?

Sarebbe bello che questo tempo diventasse occasione per una pace globale. Ma ne siamo capaci? Ne sono capaci gli stati interessati al dominio economico su altri stati? Ne sono capaci i paesi che ostinatamente vogliono difendere confini, spazi di terra e appartenenze etniche? Abbiamo tutti presente il dramma siriano, ma il mondo è pieno di guerre silenziose, ma orribili.

Proprio in questi giorni associazioni come Scuola di Economia civile, Banca Etica, Pax Christi, Movimento dei Focolari, Mosaico di pace hanno scritto una lettera aperta al governo in cui viene chiesta l’interruzione dell’“economia incivile”, ovvero l’industria bellica. Ma l’industria di armi è essenziale? Serve al nostro bene? In un tempo in cui tutti ci impegniamo per la vita, l’industria di morte cosa fa? Si sta fermando tutta l’economia, mentre le industrie belliche continuano a lavorare. In America la reazione all’invito a stare a casa è stato un accaparramento di armi. No! No! Questo virus chiede pace, implora la pace per essere vinto e debellato insieme.

Pubblichiamo il discorso del Segretario Guterres, tenuto in una videoconferenza. Lo consideriamo augurale.

In attesa che il mondo cambi (sogno impossibile?), iniziamo noi ad avere atteggiamenti di pace e a seminare gesti non violenti.

Il nostro mondo fronteggia un comune nemico: COVID-19.

Al virus non interessano nazionalità, gruppi etnici, credo religiosi. Li attacca tutti, indistintamente.

Intanto, conflitti armati imperversano nel mondo. E sono i più vulnerabili – donne e bambini, persone con disabilità, marginalizzati, sfollati – a pagarne il prezzo e a rischiare sofferenze e perdite devastanti a causa del COVID-19.

Non dimentichiamo che nei Paesi in guerra i sistemi sanitari hanno collassato e il personale sanitario, già ridotto, è stato spesso preso di mira.

Rifugiati e sfollati a causa di conflitti sono doppiamente vulnerabili.

La furia del virus illustra la follia della guerra.

È questo il motivo per cui oggi chiedo un immediato cessate il fuoco globale in tutti gli angoli del mondo.

È ora di fermare i conflitti armati e concentrarsi, tutti, sulla vera battaglia delle nostre vite.

Alle parti in conflitto, io dico:

Ritiratevi dalle ostilità. Accantonate diffidenza e animosità. Fermate le armi, l’artiglieria, i raid aerei.

Ciò è fondamentale…

Per aiutare a creare corridoi che permettano di salvare vite. Aprire preziosi spazi negoziali alla diplomazia. Dare speranza a luoghi vulnerabili al COVID-19.

Traiamo ispirazione da coalizioni e dialoghi che prendono lentamente forma tra parti avverse per consentire un approccio comune alla minaccia comune del COVID-19. Ma serve di più.

Arrestare la piaga della guerra che sconvolge il nostro mondo comincia con il mettere fine ai conflitti ovunque. Adesso.

È ciò di cui la nostra famiglia umana ha bisogno, ora più che mai.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: