Fratelli o lupi?

Brick Lane Couple by Stik; Jace couple (at eye level),January 2020

Nella storia si sono sempre contrapposte due diverse visioni sull’essere umano. Da un lato c’è sempre stato e sempre ci sarà chi ritiene che l’uomo e la donna siano esseri capaci di relazione, interesse per l’altro, attenzione, altruismo e cura. Dall’altro c’è sempre stato e ci sarà sempre chi pensa che l’essere umano abbia come unico obiettivo la propria sopravvivenza e che per questo sia disposto a fare del male ai suoi simili, ‘homo homini lupus’ diceva un filosofo che significa che l’uomo pur di ottenere ciò che vuole diventa lupo per l’altro.  L’essere umano è un animale sociale diceva però Aristotele, un filosofo greco, molto tempo prima. L’essere umano allora è egoista o altruista? Uomini lupi o uomini fratelli?

In questo periodo abbiamo persino sentito parlare di mascherine protettive ‘altruiste’ ed ‘egoiste’. Le prime servirebbero a difendere gli altri da un eventuale contagio, le seconde servirebbero per difendersi. Poi ci sono delle terze mascherine che hanno la doppia funzione, ma che bisogna saper utilizzare e che sono per gli addetti ai lavori, ma che forse sintetizzano la condizione dell’essere umano.

Essere altruisti, infatti, non significa affatto non tutelare se stessi. Ricordiamo sempre la regola d’oro alla base di molte forme comportamentali che si possono sintetizzare con i modi della reciprocità. La troviamo nei Vangeli “Ama il prossimo tuo come te stesso”, ma in realtà questa norma è alla base di molte civiltà antiche come quella latina, greca, ma ancor prima quella cinese. Dove era presente una forma di sapienza, lì è nata questa regola.

Quante volte abbiamo pensato a come agire nei confronti di un altro, domandandoci cosa avremmo desiderato mettendoci nei suoi panni?

Qualche mese fa nella rete circolava una frase attribuita al regista Carlo Mazzacurati: “Ogni persona che incontri sta combattendo una battaglia di cui non sai niente. Sii gentile. Sempre”. Ora siamo tutti nella stessa barca e stiamo affrontando una situazione che ci rende uniti, non può essere questa un’occasione per la gentilezza?

La gentilezza, la solidarietà, l’attenzione verso l’altro, però, vanno esercitate. L’uomo non è di indole né egoista né altruista, ma semplicemente deve allenarsi nella relazione, nella comprensione dell’altro e nel compiere gesti di responsabilità. Questo tempo è un’opportunità, anche se spesso ci troviamo soli, per interrogarci sui nostri modi di relazione verso gli altri.

Gino Strada, fondatore di Emergency che si espone sempre in prima linea, ha riconosciuto che questo tempo ci offre la possibilità di costruire un uomo diverso, più solidale, mentre c’è ancora chi pensa al proprio orticello. Ecco un video che riporta una sua intervista:

https://www.la7.it/propagandalive/video/coronavirus-gino-strada-bisogna-ripensare-a-un-mondo-diverso-10-04-2020-318941

Mettiamoci all’opera allora!

Ci vengono in mente due cortometraggi animati che spesso facciamo vedere ad inizio anno scolastico ai nostri ragazzi. Il primo è un video attribuito a una storia raccontata da Gandhi e che dice modi possibili di condivisione. Se impariamo a condividere, tutti possiamo stare bene e ricevere ciò che ci serve, non solo per sfamarci, ma anche per essere felici. La storia di Gandhi ci insegna anche che la solidarietà è creativa e offre soluzioni impensate nella solitudine. Se ognuno pensa a sé, al proprio bisogno, a ciò che lo fa stare bene, abbiamo l’esito del secondo video dal titolo ‘Balance’. Per conquistare un tesoro ipotetico (forse un sogno impossibile?) si rischia non solo di escludere gli altri, ma anche di non ottenere niente, perché per vivere bene, abbiamo bisogno che anche gli altri che vivono con noi stiano bene.

Questi cortometraggi offrono due visioni diverse dell’essere umano. Noi da quale parte vogliamo stare?

In questo tempo, in cui spesso abbiamo nostalgia di relazioni importanti, possiamo ripensare al nostro modo di entrare a contatto con l’altro e interrogarci su cosa potremmo cambiare. Iniziamo ad esercitarci nella gentilezza, nell’attenzione, nella solidarietà.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: